AstroGiGi
Applicazione per l'allineamento polare della montatura con il metodo delle derive

AstroGiGi nasce da un progetto di Andrea Console per un software finalizzato all'allineamento polare delle montature equatoriali tramite il metodo delle derive; lo stesso Andrea ha collaborato attivamente alla sua realizzazione fornendomi le formule matematiche su cui si basa. Da un punto di vista software, AstroGiGi si appoggia su due pilastri: MaxIm DL, che garantisce l'interfacciamento con la camera di acquisizione delle immagini ed il plate solving, e la piattaforma ASCOM, che permette la connessione con la montatura equatoriale e che fornisce una serie di librerie per i calcoli astronomici. Per questo motivo AstroGiGi, potendo contare su informazioni di orientamento e posizione fornite direttamente dalla piattaforma, risulta più immediato nell'uso e più rapido nel calcolo delle correzioni rispetto a GiGiWebCapture e GiGiWxCapture, che invece hanno la necessità di calcolare tali valori con il supporto dell'utente. Per garantire il funzionamento di AstroGiGi è necessario impostare MaxIm DL per connettersi alla camera di ripresa ed anche alla montatura equatoriale, successivamente anche AstroGiGi andrà impostato per connettersi alla medesima montatura equatoriale.

PREPARAZIONE DEL SISTEMA

Quando si avvia AstroGiGi verrà avviato automaticamente anche MaxIm DL. Se non è già stato fatto sarà necessario impostare in MaxIm DL il tipo di camera CCD connesso e selezionare e configurare la corretta montatura equatoriale. È importante che la montatura equatoriale venga impostata inserendo tutti i dati necessari al suo corretto funzionamento, in particolare le coordinate geografiche del sito di osservazione. In AstroGiGi si dovrà scegliere la medesima montatura equatoriale già selezionata in MaxIm DL facendo un click sul pulsante Selezione nella sezione Periferiche. A questo punto cliccando Connessione nella sezione Periferiche ci si connetterà sia alla camera di ripresa che alla montatura.

Se la camera CCD dispone di una cella di Peltier per il raffreddamento sarà possibile attivarla spuntando la casella Cool per raggiungere la temperatura impostata. Se è presente una ruota portafiltri si potrà scegliere con quale filtro effettuare gli scatti, generalmente verrà utilizzato quello di luminanza. Se si dispone di una camera monocromatica sarà preferibile impostare il Binning a 1, mentre riprendendo con una camera a colori sarà meglio impostare il Binning a 2. AstroGiGi riprende un porzione quadrata dell'area totale del CCD: la lunghezza del lato di questo quadrato viene definita con il parametro Crop. Ridurre l'area di ripresa può essere utile per velocizzare il download delle immagini con camere CCD dal sensore molto grande.

PLATE SOLVING E PUNTAMENTO

A questo punto sarà possibile scegliere il tempo di posa e poi effettuare uno scatto singolo cliccando su Scatto oppure una serie di scatti in sequenza cliccando su Ciclo. Le riprese possono essere interrotte cliccando sul pulsante Stop. Una volta acquisita un'immagine con un buon numero di stelle si dovrà cliccare su MaxIm DL nella sezione Plate Solving quindi passare a MaxIm DL ed eseguire un plate solving. Una volta completato il plate solving cliccare OK sulla finestra di dialogo di AstroGiGi: verranno memorizzati l'angolo di rotazione della camera e la scala dell'immagine. AstroGiGi ha bisogno, per funzionare correttamente, che l'immagine ripresa non sia specchiata. Il plate solving è in grado di rilevare le immagini specchiate, se ciò accadesse sarà necessario impostare MaxIm DL affinché specchi le immagini riprese dalla camera CCD in modo da renderle utilizzabili. L'operazione da eseguire in MaxIm DL consisterà in questo caso nel cliccare il pulsante Options nella sezione Setup della finestra Camera Control per far apparire una finestra simile a questa:

A questo punto sarà necessario spuntare la casella Flip Horizontally e confermare cliccando sul pulsante OK. In alternativa al plate solving di MaxIm DL è possibile, se si conosce l'angolo di rotazione della camera, inserirlo manualmente cliccando sul pulsante Manuale nella sezione Plate Solving. Quando si salta il meridiano con una montatura equatoriale alla tedesca l'immagine ripresa dalla camera CCD apparirà ruotata di 180°. AstroGiGi compensa il salto del meridiano modificando il valore dell'angolo di rotazione a seconda che il telescopio sia in posizione normale o inversa.

Ora si deve puntare una particolare zona del cielo adatta alla misurazione della deriva. AstroGiGi punterà la zona più corretta a Sud per la regolazione dell'azimut oppure ad Est o ad Ovest per la regolazione dell'altezza della montatura. Dopo aver selezionato la direzione desiderata si dovrà cliccare su Punta ed il telescopio inizierà a muoversi fino a puntare la zona corretta. A questo punto conviene avviare un ciclo di riprese cliccando su Ciclo. Se nella zona puntata non sono presenti stelle abbastanza luminose da essere misurate sarà possibile utilizzare la pulsantiera della montatura per spostarsi un po', ma solo lungo la declinazione (quindi con i tasti N o S). Non bisogna spostare la montatura in ascensione retta. L'indicatore Errore nella sezione Telescopio indica l'errore di posizionamento sull'asse dell'ascensione retta e va mantenuto basso. Una volta puntata una stella adatta questa andrà portata all'interno del quadrato rosso e quindi ci si dovrà cliccare sopra per avviare la misura della deriva.

MISURAZIONE DELLA DERIVA

Una volta avviata la misurazione della deriva AstroGiGi effettuerà una serie di riprese in sequenza e dopo ogni scatto calcolerà il centroide della stella. Misurando la velocità con cui la stella si sposta AstroGiGi è in grado di calcolare la direzione dello spostamento e la sua quantità in pixel. Conviene aspettare che il valore di correzione si stabilizzi prima di fermare la misurazione cliccando sul tasto Stop. È anche possibile ricominciare la misurazione in qualunque momento con il tasto Azzera.

Se l'allineamento polare è molto approssimativo la stella si sposterà piuttosto velocemente, magari di alcuni pixel per secondo. In questo caso conviene interrompere la misurazione e correggere l'allineamento polare in altezza o in azimut come indicato nella voce Direzione della sezione Analisi. Dopo la correzione si potrà avviare nuovamente la misurazione per affinarla. Man mano che la precisione dell'allineamento aumenta la velocità della deriva cala e potrebbero essere necessari due o tre minuti perché la stella si sposti di pochi pixel. Quando questo accade si potrà interrompere l'analisi e quindi fare un click sul pulsante Spostamento nella sezione Analisi.

CORREZIONE

Quando si attiva la modalità Spostamento vengono acquisite una serie di immagini in sequenza e su ciascuna di esse viene sovrapposta l'indicazione dello spostamento da imporre alla stella per un allineamento al polo preciso.

Utilizzare la pulsantiera della montatura per portare una stella al centro del cerchio rosso quindi utilizzare le regolazioni di altezza o di azimut (a seconda dell'indicazione della voce Direzione nella sezione Analisi) per far finire la stella al centro del cerchio verde. Questa operazione va ripetuta per il numero di volte indicato dalla scritta viola. Una volta terminata la regolazione in corso (ad esempio quella dell'azimut) si potrà interrompere la sequenza con il tasto Stop e passare all'altra (ad esempio l'altezza). Quando sia azimut che altezza saranno state regolate la montatura sarà correttamente allineata al polo.

DOWNLOAD

AstroGiGi è gratuito e può essere liberamente installato da questo sito cliccando sull'icona qui sotto:

AstroGiGi 1.0.0.0

Ricordo che per funzionare AstroGiGi ha bisogno di MaxIm DL e della piattaforma ASCOM.

Poiché AstroGiGi è derivato da GiGiWxCapture che è un programma Open Source è anche possibile, nel rispetto di questo tipo di licenza,
scaricarne il codice sorgente VB.NET per apportarvi se lo si desidera delle modifiche o anche solo per capire come funziona:

Codice sorgente per VB.NET di AstroGiGi