Ammasso aperto
M37
NGC2099
Visualizza l'immagine a schermo intero
Carica l'immagine in una finestra separata

M37 (noto anche come NGC2099) è un ammasso aperto visibile nella costellazione dell'Auriga. Fino al 1985 la scoperta di questo ammasso fu attribuita a Charles Messier che lo classificò nel 1764. In realtà l'ammasso è stato scoperto da Giovanni Battista Hodierna prima del 1654.

DATI DELL'IMMAGINE
Osservatorio:  Ghezz Observatory
Codice MPC:  D08
Località:  Leontica, Switzerland
Latitudine:  46° 27' 19.19" N
Longitudine:  08° 55' 08.95" E
Quota:  969 m
Avvio delle riprese:  12.3.2016 - 18:57:37 UT
Punto medio:  16.3.2016 - 05:24:18 UT
Temperatura ambiente:  4.50° Celsius
Temperatura del cielo:  -41.20° Celsius
Velocità del vento:  7.00 km/h
Umidità relativa:  59%
SQM:  20.90 Mag/Arcsec²
 
Telescopio:  Intes MK-69
Lunghezza focale:  930 mm
Diametro:  150 mm
Apertura libera:  15507 mm²
Rapporto focale:  f/6.2
Temperatura del telescopio:  3.0° Celsius
FWHM:  2.63
 
Fotocamera:  SBIG ST-8XME
Sensore:  Kodak KAF-1603ME Class 1
Dimensione dei pixel:  9.00 x 9.00 μm
Temperatura del sensore:  -20.4° Celsius
 
Autoguida: 
Fotocamera:  SBIG ST-8XME Internal Guider
Sensore:  Texas Instruments TC-237H
Dimensione dei pixel:  7.40 x 7.40 μm
 
Coordinate del centro lastra: 
Ascensione retta:  05h 52m 18s
Declinazione:  32° 33' 00"
Scala dell'immagine:  1.99 Arcsec/Pixel
Campo inquadrato:  50' 45" x 33' 50"
Angolo di rotazione:  227.08°
Angolo orario:  1.06
Massa d'aria:  1.05
Altezza:  71.57°
Azimut:  226.65°
Costellazione:  Auriga
Magnitudine:  5.6
 
Filtro:  Red
Numero di pose:  19
Tempo di posa:  342.00 sec
Binning:  1x1
 
Filtro:  Green
Numero di pose:  22
Tempo di posa:  300.00 sec
Binning:  1x1
 
Filtro:  Blue
Numero di pose:  20
Tempo di posa:  420.00 sec
Binning:  1x1
 
Autore della ripresa:  Ivaldo Cervini
Software di ripresa:  AstroRobot 2.1.1.2
  MaxIm DL 5.24
 
Autore dell'elaborazione:  Ivaldo Cervini
Software di elaborazione:  MaxIm DL 6.12
  PixInsight 01.08.04.1195