Ammasso con nebulosità
M17
Omega Nebula
Carica l'immagine in una finestra separata

Questa nebulosa è stata scoperta da Philippe Loys de Chéseaux e poi, in modo indipendente, da Charles Messier nel 1746. Il nome "Nebulosa Omega" è dovuto alla forma che ricorda piuttosto vagamente quello della lettera greca. La nebulosa è sovrapposta ad un ammasso aperto composto da una settantina di stelle.

DATI DELL'IMMAGINE
Località:  Cinigiano, Italy
Latitudine:  42° 53' 38.55" N
Longitudine:  11° 23' 02.73" E
Quota:  261 m
Avvio delle riprese:  9.7.2008 - 01:52:45 UT
 
Telescopio:  Intes MK-69
Lunghezza focale:  930 mm
Diametro:  150 mm
Apertura libera:  15507 mm²
Rapporto focale:  f/6.2
 
Fotocamera:  SBIG ST-8XME
Sensore:  Kodak KAF-1603ME di classe 1
Dimensione dei pixel:  9.00 x 9.00 μm
Temperatura del sensore:  -10.0° Celsius
 
Autoguida: 
Fotocamera:  SBIG ST-8XME Internal Guider
Sensore:  Texas Instruments TC-237H
Dimensione dei pixel:  7.40 x 7.40 μm
 
Coordinate del soggetto: 
Ascensione retta:  01h 13m 23s
Declinazione:  -16° 11' 00"
Angolo orario:  3.44
Massa d'aria:  4.02
Altezza:  14.31°
Azimut:  230.99°
Costellazione:  Sagittarius
Magnitudine:  6.0
 
Filtro:  Red
Numero di pose:  11
Tempo di posa:  80.00 sec
Binning:  1x1
 
Filtro:  Green
Numero di pose:  11
Tempo di posa:  105.00 sec
Binning:  1x1
 
Filtro:  Blue
Numero di pose:  11
Tempo di posa:  120.00 sec
Binning:  1x1
 
Autore della ripresa:  Ivaldo Cervini
 
Autore dell'elaborazione:  Ivaldo Cervini
Software di elaborazione:  MSB AstroArt 4
  Photoshop CS2