Blog di Astropix
Notizie in breve

Benvenuti sul mio sito. Qui vengono raccolte alcune mie esperienze nel campo dell'astrofotografia e della ricerca astronomica amatoriale. In questo le notizie vengono pubblicate in ordine cronologico mentre attraverso i menu sulla sinistra potete consultare le pagine del sito nelle varie sezioni. Se desiderate contattarmi potete farlo attraverso il Forum degli Astrofili Italiani.

2 gennaio 2021
Statistiche meteo del 2020

Come tradizione ormai dal 2013, anche per il 2020 sono disponibili le statistiche elaborate a partire dai dati meteo registrati nel corso dell'anno appena trascorso al Ghezz Observatory di Leontica. Se desiderate visualizzare anche i dati degli anni precedenti dovrete, nel menu qui a sinistra, cliccare "Osservatorio" e quindi "Statistiche meteo".

Statistiche meteo del 2020

Tags: Statistiche; Meteo
23 novembre 2020
M45

Quello delle Pleiadi è probabilmente l'ammasso aperto più conosciuto di tutto il cielo ed è facilmente visibile ad occhio nudo. Le principali stelle dell'ammasso sono Alcyone (la più luminosa), Atlas, Electra, Maia, Merope, Pleione, Taygete, Celaeno ed Asterope. Situato nella costellazione del Toro, questo ammasso è costituito da stelle molto giovani e calde di colore azzurro, immerse in una tenue nebulosità a riflessione più intensa attorno a Merope e a Maia. Questa nebulosità è stata rilevata per la prima volta dall'astronomo italiano Ernesto Guglielmo Tempel nel 1859. Pleione è una stella variabile irregolare, la cui luminosità è stata in varie osservazioni rilevata compresa tra Mag 4.8 e Mag 5.5. L'ammasso è composto da circa 500 stelle, la maggior parte delle quali dista circa 400 anni luce dalla Terra.

Visualizza la scheda con tutti i dati dell'immagine

Tags: M45; Pleiades; Pleiadi; NGC1435; IC349; Atlas; Electra; Maia; Merope; Pleione; Taygete; Celaeno; Asterope
29 ottobre 2020
M71

Fino ad anni recenti gli astronomi erano in dubbio se classificare M71 come un ammasso aperto estremamente denso o viceversa come un ammasso globulare particolarmente povero. A differenza dei tipici ammassi globulari, infatti, le stelle che compongono M71 sono ricche di metalli, e non vi sono stelle variabili del tipo RR Lyr generalmente presenti nei globulari. La scoperta di un, sia pur modesto, braccio orizzontale nel diagramma HR di M71 ha infine convinto gli astronomi che si trattava effettivamente di un ammasso globulare molto giovane. Questo spiegherebbe l'assenza di stelle di tipo RR Lyr (che non hanno ancora avuto il tempo di evolvere) e anche la relativa abbondanza di metalli.

Visualizza la scheda con tutti i dati dell'immagine

Tags: M71; NGC6838
Articoli precedenti Elenca tutti gli articoli Cerca tra gli articoli Articoli successivi